Informativa e consenso per l'uso dei cookie

Il nostro sito salva piccoli pezzi di informazioni (cookie) sul dispositivo, al fine di fornire contenuti migliori e per scopi statistici. È possibile disattivare l'utilizzo di cookie modificando le impostazioni del tuo browser. Continuando la navigazione si acconsente all'utilizzo dei cookie.

Torre di Sant'Alluccio

Nel Medioevo la Torre di Sant’Alluccio dominava il Montalbano nel punto in cui da Vinci ci si dirige verso Bacchereto. Ai suoi piedi si trovano le sorgenti dell’acqua santa, il corso d’acqua che prosegue a valle con il nome di rio di Balenaia e poi Vincio. La sua storia è strettamente legata a quella dell’antico ospedale dei Conti Guidi situato nei pressi della forra di Balenaia.  Probabilmente già al tempo di Leonardo apparteneva alla famiglia fiorentina dei Ridolfi. Il complesso di Sant'Alluccio, composto dall'edificio signorile e dagli annessi rurali, un tempo parte della tenuta di campagna del Conte Spalletti, è situato all’interno del Barco Reale ma è in pessime condizioni di conservazione.    
La torre, ancora oggi riconoscibile come parte del complesso signorile, viene tradizionalmente associata al luogo dell’antico spedale di Sant’Alluccio, che si dice fondato dal Santo Alluccio da Pescia, vissuto tra il XI e il XII secolo.  La chiesa e la torre appartenevano al plebato di Bacchereto, nella diocesi di Pistoia, e sul crinale del Montalbano segnavano il confine fra i contadi di Pistoia e Firenze. Di un hospitale si ha invece notizia in alcuni documenti della metà del Duecento che collegano questa fondazione alla famiglia dei conti Guidi, già signori dei castelli di Cerreto e Vinci. Della chiesa trecentesca di Sant’Alluccio cui era associata la torre,  non si trovano tracce nelle mappe tardo-cinquecentesche dei Capitani di Parte Guelfa. Dunque già nel XVI secolo del vecchio complesso di Sant’Alluccio rimaneva solo la torre che Leonardo disegnò nella carta del Valdarno Inferiore RL 12685 di Windsor (santa lucco) collocandola però in una posizione diversa e con alla base una struttura più bassa che ricorda una chiesa. Con molta probabilità Leonardo poteva aver osservato la torre percorrendo la strada che da Anchiano sale a Bacchereto.

Informazioni

  • Indirizzo: Tacinaia, Quarrata